Aceto Balsamico di Modena D.O.P.

Aceto Balsamico di Modena D.O.P.

La lavorazione dell’aceto Balsamico tradizionale di Modena D.O.P. ricorda e mantiene lo stesso metodo naturale di sempre, attraverso la cottura a fuoco diretto in caldaie a cielo aperto, la naturale fermentazione e acetificazione del mosto con travasi successivi tra le botticelle per ottenere un lento invecchiamento e una maturazione perfetta.

Questo processo di produzione dell’aceto Balsamico tradizionale di Modena D.O.P. impone l’utilizzo d’uve specifiche quali il Trebbiano, i Lambruschi Spergola e Berzemino con invecchiamenti all’interno di botticelle di diverse essenze, per lo più rovere, castagno, gelso, ciliegio e ginepro, ognuno dei quali conferisce una particolarità organolettica e fisiognomica a questo grande prodotto che racconta l’Italia.

La bottiglia tipica a goccia caratterizza un prodotto che rispetta e segue il disciplinare redatto nel mantenimento dei caratteri distintivi. L’aceto Balsamico tradizionale di Modena D.O.P. stravecchio e affinato sono famosi ed apprezzati in tutto il mondo.

Di gradevole versatilità. Preferibilmente usato a crudo, si esprime al meglio insieme al Parmigiano Reggiano e alle fragole. Delizioso sull’insalata, l’aceto Balsamico tradizionale di Modena D.O.P. stravecchio e affinato si sposa con arrosti e bolliti. Esalta profumi e sapori d’ogni piatto. Ottimo anche assunto come digestivo. Nei tempi più antichi l’aceto Balsamico tradizionale di Modena D.O.P. stravecchio e affinato era considerato ed utilizzato come panacea e corroborante.
Omeganet - Internet Partner