Aceti di Mele

Parlando di aceto di mele, si è portati a pensare che esista una sola tipologia e quindi un solo gusto: quello semplice, non aggressivo, secco, un po’ vuoto del prodotto maggiormente prodotto e commercializzato.

Mengazzoli, mettendo a frutto tutte le proprie conoscenze nella produzione di aceti, e nella selezione delle materie prime, vuole offrire al consumatore una scelta di aceti di mele che sia un’alternativa reale a quelli di vino o ai Balsamici di Modena I.G.P.

Gli aceti di mele Amea rappresentano il risultato dell’arte acetiera, di un percorso esplorativo e di ricerca dei profumi, degli aromi, dei gusti e delle sensazioni in un prodotto fino ad ora limitatamente conosciuto.

Il segreto di questi aceti sono tutte le tecniche tradizionali di lavorazione che ne esaltano e differenziano la qualità della materia prima. Fermentazioni dinamiche e statiche, interrotte o parziali, maturazioni, invecchiamenti dinamici.
Amea II
Il succo di mela viene fatto fermentare totalmente. È la qualità dal sapore più delicato, fresco e leggermente acre. Questo suo gusto leggero, semisecco, lo rende adatto ad insalate e marinature.
Amea V
La fermentazione alcolica del succo è qui solo parziale. I profumi della mela si fanno notare in un connubio di aromi dolci, fruttati e di gusto leggero e poco pungente adatto ad insalate ma anche a paste e risotti freddi.
Amea X
Il succo viene fatto concentrare parzialmente ed anche la fermentazione alcolica non è totale in questa lavorazione. Il risultato è un sapore mediamente intenso, persistente, fortemente fruttato, dolce, fresco e caratterizzato dai profumi della mela.
È perfetto per accompagnare insalate dai gusti più decisi come quelle coi legumi e la frutta secca, così come anche le verdure alla griglia. È sorprendente anche diluito in acqua naturale o tonica come dissetante e corroborante.
Amea XV
Anche in questo prodotto il succo è parzialmente concentrato e la fermentazione alcolica non è totale ma, a differenza dell’Amea X, la maturazione avviene in tini.
Questo permette all’aceto di avere un gusto rotondo, pieno, intenso e persistente, quasi vellutato che ricorda l’aceto Balsamico di Modena I.G.P. Oltre che per arricchire verdure alla griglia e al vapore è perfetto anche come fondo di cottura per la selvaggina e per gli ovini.
Amea XX
Questo complesso aceto di mele è lasciato fermentare staticamente in piccole botti di legno per un lungo periodo. Il suo gusto è molto intenso e lungamente persistente, presenta note dolci, non acide,  vellutate e aromaticamente complesse. Questa qualità rappresenta un connubio tra i riflessi della freschezza della frutta, la tannicità del legno e il sapore della maturazione. Un cucchiaio di Amea XX al mattino, preso a digiuno, costituisce un ottimo corroborante. Può essere consumato come accompagnamento delle portate ma anche singolarmente quindi, prima di un pasto invernale ma anche al termine di un pasto come digestivo senza alcool. Può essere utilizzato nei cocktails come nel simpatico e dissetante “Ritardo” (Milano-Mantova) a base di Campari e Amea XX appunto.
Omeganet - Internet Partner